Su vari siti online si fa un gran parlare di un’eventuale entrata di Nikon nel mondo delle EVIL (Elettronic Viewfinder, Interchangable Lens ovvero mirino elettronico e lente intercambiabile). Nikon (come Canon, del resto) attualmente non ha un modello a lente intercambiabile che non sia una reflex tradizionale. Il successo della Olympus PEN e delle altre compattone mirrorless – il 20% del mercato in giappone – sicuramente fa intuire che Nikon non starà a guardare a lungo.

Resta da capire cosa vorrà fare Nikon: usare l’attacco F su un sistema APS-C (16mmx24mm) oppure sviluppare un sistema più piccolo, simile al m4/3 ? Secondo quanto si legge si NikonRumors probabilmente si svilupperà un nuovo sistema di attacchi, diverso dall’F, per ottimizzare gli ingombri.

In quest’ottica, l’introduzione della dicitura “F mount” sui nuoi copriobiettivi (come si vede qui) acquista senso: in futuro, ci saranno due linee di copriobiettivi, uno per l’attacco F, uno per il nuovo attacco.

Quando potremo saperne di più ? Il ritardo di nikon in quest’area può anche spiegarsi osservando come, se è vero che il mercato delle EVIL è forte in giappone, nel resto del mondo copre solo il 5-6% del totale – e Nikon è una azienda che deve pensare in ottica globale, oltre che essere di sua natura estremamente conservativa. Questo è il ragionamento che si legge su un articolo di focus-numerique.

Staremo a vedere.