In uno slancio di idiozia che riesce a superare persino i più profondi abissi generati dai politici "nostrani", il kuwait ha deciso di bandire le macchine fotografiche reflex. In pubblico, almeno.

Il kuwait times riporta che i ministri dell’informazione, degli affari sociali e della finanza hanno deciso che le macchine fotografiche reflex possono essere utilizzate soltanto da giornalisti. Da qui il bando nei luoghi pubblici, centri commerciali e strade. Restano invece "libere" le compatte, i cellulari e simili.

Non abbiamo parole per esprimere lo sdegno per questa iniziativa; il timore più grande è, in nome della sicurezza, dell’antiterrorismo, della moralità, ommio-Dio-pensate-ai-bambini! qualche altro stato possa seguire il luminoso esempio.