Come avevamo anticipato, oggi (o ieri, dipende dal fuso orario) è stata annunciata la nuova D5100, dedicata ai fotoamatori evoluti – ma senza le caratteristiche da quasi-pro della sorella D7000.

Come previsto, Nikon annuncia la nuova D5100, una nuova reflex che prende il testimone dalla vecchia D5000, conservandone le caratteristiche di riferimento: corpo leggero, schermo articolato, assenza di motore per obiettivi non AFS, pentaspecchio.

Rispetto alla generazione precedente, adotta il nuovo sensore da 16Mpixel già visto sulla D7000, ma mantiene il collaudato sistema autofocus a 11 punti, già impiegato su D90, D5000 e D3100.

Lo schermo articolato, tratto caratteristico della D5000, è mantenuto ma ora è incernierato sul lato sinistro, invece che in basso (soluzione che aveva suscitato qualche perplessità). Questo ha comportato il riposizionamento dei pulsanti normalmente situati sul fianco sinistro del display, che sono stati “sparsi” per il resto del corpo macchina.

A proposito del corpo macchina, questo appare più snello e meno irregolare rispetto alla D5000, richiamando più le forme della D3100. La nuova macchina, in altre parole, è visibilmente (poco) più piccola della D5000, ma non a discapito della manegevolezza.

A supporto dell’ottima gamma dinamica del sensore di fabbricazione Sony della D5100, già apprezzato sulla D7000, è presente un nuovo modo HDR, che fonde due fotografie spaziate di un massimo di 3 stop per generare “al volo” un’immagine ad alta gamma dinamica (HDR, appunto).

Qualche dubbio sul metodo di ingaggio del LiveView, tramite levetta posta non sul retro del corpo (come sulle ultime reflex) ma a fianco del selettore modale.

Migliorati anche i video, ora il fullhd con fulltime autofocus, a 24 o 30 fps, utilizzando il codec H.264. Per superare il problema, annoso, della qualità dell’audio (il microfono incorporato capta tutti i rumori dei servomeccanismi del corpo macchina) viene presentato anche un microfono stereo esterno, dedicato, da montare sulla staffa del flash.

Anche se francamente non condivido l’utilizzo di una reflex come videocamera, questa novità potrà interessare chi non la pensa come me.

Aspetteremo di vedere le reazioni dei siti più autorevoli per verificare punti di forza (e debolezze) di questa nuova interessante novità.