Archiviato nella categoria ‘recensioni’

Prima recensione dell’AF-S 85mm f/1.4

Ken Rockwell ha pubblicato una recensione del nuovissimo 85mm di Nikon.

Ok, Ken è quello che è, un bambinone che lavora approssimativamente e che indirizza i propri consigli verso il pensionato di lusso con più soldi che cervello. Tuttavia non posso fare a meno di notare l’entusiasmo smodato che ha profuso nella sua recensione.

A detta sua il nuovo nato è un autentico capolavoro: molto più nitido del precedente, a tutte le aperture. Non sono però presenti immagini di raffronto (purtroppo) che ci possano permettere di farci un’idea in modo autonomo.

Interessante, invece, il discorso sul coma. Il coma è un residuo di aberrazione sferica che fa sì (ad esempio) che i punti di luce nelle immagini scure (come i lampioni di un panorama notturno) presentino un largo alone irregolarmente circolare. È tipico di obiettivi con ampia apertura. I precedenti obiettivi Nikon, come il 50 1.4, ne erano affetti; un obiettivo noto per la sua ridottisima aberrazione sferica era il 58 noct. Il nuovo AF-S ne sarebbe eccezionalmente privo.

Questo vuol dire maggior nitidezza di immagine, che si può apprezzare maggiormente (appunto) nelle immagini notturne.

Molto bello, secondo la recensione, anche l’effetto sfocato, in particolare dietro il piano focale; ottimo dunque per un obiettivo dedicato al ritratto.

Qualche foto indicativa di sfocato e coma sono presenti sul sito. Poco, però, per potersi formare una opinione più obiettiva in autonomia. Vedremo se l’analisi entusiasta di Ken Rockwell sarà confermata da altri test sul campo.

Il nuovo AF-S 24/1.4 testato da photozone

Photozone ha testato il nuovo grandangolo da 24 mm, presentato da Nikon a febbraio 2010.

Questo gioiellino da 1600€ sta regalando grandi soddisfazioni a detta dei suoi possessori (si veda il relativo Forum Nital); photozone, però, ha un approccio più tecnico, e va a verificare il comportamento delle ottiche utilizzando strumenti oggettivi.

Non è detto che sia il metodo più giusto per valutare gli obiettivi, che dopotutto servono per fare fotografie, non per ottenere immagini di focus chart. È sempre però interessante valutare anche questo aspetto di una lente; dopotutto, è l’unico modo per essere obbiettivi :)

Come se la cava, il nuovo grandangolo della casa gialla ?

Secondo photozone, il 24mm f/1.4 è costruttivamente inappuntabile, con una ottima risoluzione al centro – meno ai bordi – uno sfocato molto bello sui piani focali dietro al soggetto, mentre è più nervoso se lo sfocato è davanti al soggetto. Come dicono sul sito stesso, tuttavia, difficilmente con quest’ottica si avranno oggetti fuori fuoco davanti al soggetto principale.

Interessante è la capacità di mettere a fuoco soggetti a solo 25 cm di distanza dalla lente frontale, che unita alla grande apertura che regala magnifici sfocati anche a focali così corte permette di fare foto prima impensabili: di solito, nei grandangoli così wide, è tutto a fuoco – o quasi.

La aberrazione cromatica è presente ma contenuta, così come l’aberrazione longitudinale, tipica di ottiche così luminose.

Unico neo importante è una evidente vignettatura, che può arrivare anche a 2 stop, e una distorsione piuttosto evidente, anche se facilmente correggibile in postproduzione.

Potete trovare la recensione originale qui.

Torna su

Contenuti del sito:

Su questo sito troverete notizie, anticipazioni, recensioni riguardanti le macchine fotografiche reflex prodotte da Nikon.
Spazio sarà anche dato ad articoli riguardanti la fotografia in senso lato, soprattuto legati a quanto la mia (modesta) esperienza mi ha fatto imparare, consigli, suggerimenti e tecniche.